Consiglio di amministrazione

Il consiglio di amministrazione comprende quindici membri. Per gli anni 2020/2021, 2021/2022 e 2022/2023, è presieduto da Fabienne Blaise e composto come segue:

 

Cinque membri di diritto:

  • un rappresentante della ministra dell’Insegnamento superiore, della ricerca e dell’innovazione, la direttrice generale dell’Insegnamento superiore e dell’inserimento professionale Anne-Sophie Barthez (o il suo rappresentante);
  • un rappresentante del ministro dell’Europa e degli affari esteri: l'Ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset;
  • due membri dell’Institut de France:
    • il segretario perpetuo dell’Académie des Inscriptions et Belles-Lettres Michel Zink, o il suo rappresentante Yves-Marie Bercé;
    • il segretario perpetuo dell’Académie des Sciences morales et politiques Jean-Robert Pitte, o il suo rappresentante Philippe Levillain;
  • il presidente del Centre national de la recherche scientifique, Antoine Petit, o la sua rappresentante, Sylvie Démurger.


Cinque membri nominati dal ministro su proposta del direttore dell’EFR: collegio delle personalità eleggibili a presidente del consiglio di amministrazione

  • un ex dirigente di ente pubblico coinvolto nei campi di attività dell’École: Fabienne Blaise;
  • quattro personalità scientifiche, francesi e straniere: Thierry Berthet, Geneviève Bührer-Thierry, Marina Formica, Massimo Osanna.

Cinque rappresentanti eletti del personale:

  • uno per i membri: Pauline Cuzel;
  • uno per i professori di università o assimilati: vacante;
  • uno per gli altri membri del personale di insegnamento e di ricerca o assimilati (membri esclusi): Pierre Savy;
  • due per il personale delle biblioteche, ingegneri, amministrativi, tecnici, operai, personale di servizio e sanitario: Elena Avellino e Bruno Fornara.

Figure con funzione consultiva:

  • il presidente del consiglio scientifico: Dario Mantovani;
  • la direttrice dell’EFR: Brigitte Marin;
  • la responsabile amministrativa: Pascale Garcia;
  • il direttore degli studi eletto al consiglio scientifico: Pierre Savy;
  • il ragioniere generale: Monique Zimmermann.

 

Il presidente può invitare degli esperti su proposta del direttore in base ai punti all’ordine del giorno.

p
a
r
t
a
g
e
r