Incontri "Migrazioni, cittadinanza e frontiere amministrative: il caso italiano", da settembre a dicembre 2022

Ciclo di incontri

Programme complet de séminaire
Periodo : Époque contemporaine

Roma e Bologna

Dal 30/09/2022 alle 15 h 00 al 13/12/2022 alle 17 h 00

Seminario annuale 2022-2023.
Programma degli incontri da settembre a dicembre 2022.
Org. : École française de Rome – Section des époques moderne et contemporaine
In partenariato con Università Roma Tre – Dipartimento di Giurisprudenza e Legal clinic Università di Bologna – Dipartimento di Scienze politiche e sociali

Ciclo di incontri

Migrazioni, cittadinanza e frontiere amministrative: il caso italiano

 

L'Italia è generalmente considerata un Paese dove l'idea di “nazione” è tardiva, debole e problematica, e dove l'immigrazione è un fenomeno recente e governato in maniera emergenziale. Gli studi comparativi sui modelli nazionali d’integrazione degli stranieri e sulla costruzione del “noi” nazionale tendono a non considerare il caso italiano. Eppure, oggi l'Italia è il secondo Paese dell'Unione Europea per numero annuo di nuove acquisizioni di cittadinanza, e il passaporto italiano è al secondo posto nella classifica dei più “potenti” al mondo in termini di mobilità globale.

Peraltro, la legge sulla cittadinanza italiana è una delle più restrittive in Europa nei confronti degli stranieri immigrati e dei loro discendenti, ma è al contempo una delle più generose nei confronti dei discendenti di emigrati all’estero. In forza di ciò, e dell’ampiezza storica e geografica della diaspora italiana, si stima che più di sessanta milioni di persone nel mondo siano Italiane “latenti”, in diritto di chiedere che il loro status giuridico di cittadini e cittadine sia riconosciuto. Questa specificità rappresenta un primo scollamento – verso l’esterno – tra territorio, cittadinanza e appartenenza, rafforzato dal fatto che gli italiani all’estero godono del diritto di voto, senza spostamento, alle elezioni legislative. L’istituto giuridico della “residenza”, cui è legato l’esercizio di svariati diritti sociali ma anche politici dal momento in cui determina l’iscrizione alle liste elettorali e il luogo di esercizio del diritto di voto, ne rappresenta un secondo, questa volta verso l’interno. Consolati e anagrafi rappresentano così delle frontiere amministrative poste al di là e al di qua delle frontiere territoriali dello Stato italiano.

A partire da queste due specificità, e dal loro rapporto con le mobilità tanto interne che transnazionali, il ciclo di incontri intende analizzare e impiegare il caso italiano per contribuire alla comprensione delle trasformazioni della cittadinanza – nazionale, transnazionale e subnazionale – oggi. Lo fa aprendo prospettive di dialogo tra periodi storici distinti – l’Italia liberale, il dopoguerra, il periodo coloniale, l’attualità – e tra discipline e approcci di ricerca diversi – etnografia, archivi, storia orale, interviste –  ma anche lasciando spazio alla riflessione sul ruolo degli attori della società civile e alla comparazione con altri contesti nazionali.

Partecipazione:

Questo ciclo di incontri vuole essere un’occasione di dialogo a partire da lavori di ricerca svolti o in corso: la partecipazione attiva di ricercatrici e ricercatori di tutti i livelli di esperienza è benvenuta. La lingua di lavoro sarà l’italiano, con puntuali usi dell’inglese o del francese. Gli incontri si svolgeranno durante tutto l’anno 2022-23, generalmente a Roma, oppure a Bologna. 

L'ingresso agli incontri è libero, per motivi organizzativi vi preghiamo di segnalarci comunque la vostra presenza scrivendo all'indirizzo email daniela.trucco(at)efrome.fr.

Organizzazione:

Il ciclo di incontri è organizzato da Daniela Trucco (École française de Rome), Enrico Gargiulo (Università di Bologna), Carlo Caprioglio (Università Roma Tre), Lucie Bargel (Université Côte d’Azur e École française de Rome).

Programma degli incontri che si svolgeranno nel 2022:

Venerdì 30 settembre 2022, Roma

ÉCOLE FRANÇAISE DE ROME (PIAZZA NAVONA 62, Salle de séminaire)

Pensare la cittadinanza al di qua e al di là della “nazione”.

  • Key-speaker: Patricia Mindus (Uppsala Universitet).

Tavola rotonda introduttiva.

 

Martedì 2 novembre 2022, Bologna

UNIVERSITÀ DI BOLOGNA (DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI)

Disciplinare gli individui, dare forma alla popolazione: la burocrazia come campo di tensioni e conflitti

Introduzione e discussione di Federica Infantino (Migration Policy Centre) e Lucie Bargel (Université Côte d’Azur – IUF, École française de Rome)

  • Vincent Dubois (U. Strasbourg): “Le classi popolari di fronte alla pubblica amministrazione”
  • Enrico Gargiulo (U. Bologna): “Dare forma alla popolazione. L’anagrafe tra riconoscimento, selezione e disciplinamento”

 

Martedì 13 dicembre 2022, Roma

ÉCOLE FRANÇAISE DE ROME (PIAZZA NAVONA 62, Salle de séminaire)

Diventare italiani in Italia : lo studio delle naturalizzazioni nella storia ed oggi.

Introduzione e discussione di Daniela Trucco (École française de Rome)

  • Sabina Donati (Fondation Pierre du Bois): “Naturalizzazioni nella storia, il caso italiano tra 1865 e 1925”
  • Federica Remiddi (studio legale Antartide): “Pratica forense e contenzioso strategico nell’ambito della legge sulla cittadinanza”

 

Martedì 7 febbraio 2023, Roma

ÉCOLE FRANÇAISE DE ROME (PIAZZA NAVONA 62, Salle de séminaire)

Diventare italiani fuori dall'Italia? Passato e presente della cittadinanza iure sanguinis

 

 

Gli incontri iniziano alle 16.00, salvo dove diversamente indicato.

Tematiche degli incontri successivi:
  • Per una storia delle politiche migratorie e di cittadinanza italiane
  • La cittadinanza italiana in contesto coloniale
  • Le sfide della cittadinanza tra (extra)territorialità e intersezionalità
Contatto : daniela.trucco@efrome.it
Categorie : La recherche Séminaires
Pubblicato il 20/07/2022 - Ultimo aggiornamento il 26/10/2022
p
a
r
t
a
g
e
r